Ven. Giu 21st, 2019
Image and video hosting by TinyPic

Gori avvia i lavori per il piano di sicurezza dell’acqua potabile

2 min read

Hanno preso il via ieri mattina, presso la sede GORI di Pomigliano d’Arco, i lavori di progettazione del Water Safety Plan, il modello di sicurezza idropotabile in linea con il DM 14 giugno 2017 e con la nuova normativa comunitaria che ha recepito i principi guida dettati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il Presidente di GORI, Michele Di Natale, e l’Amministratore Delegato, Giovanni Paolo Marati, hanno presentato ai vertici di ASL Napoli 1 Centro, ASL Napoli 2 Nord, ASL Napoli 3 Sud, ASL Salerno, Istituto Superiore della Sanità – Reparto di qualità dell’Acqua e Salute, Ente Idrico Campano, A.R.P.A.C., Regione Campania, Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale, Città Metropolitana di Napoli e Provincia di Salerno, il team composto da personale GORI che si occuperà della predisposizione ed implementazione del Piano e che lavorerà in stretta sinergia con un team esterno composto dagli Enti citati.

Scopo ultimo, infatti, non è solo quello di sorvegliare ma anche quello di perseguire una valutazione e gestione dei rischi integrata, estesa dalla captazione al rubinetto, per proteggere le risorse idriche di origine e il controllo del sistema e dei processi, al fine di garantire nel tempo l’assenza di potenziali pericoli di ordine fisico, biologico e chimico dell’acqua disponibile per il consumo.

Con il Water Safety Plan – ha dichiarato Giovanni Paolo Marati, AD di GORI – si passa da una logica classica di sorveglianza ex post, ad una logica di prevenzione e di analisi del rischio che vede coinvolti tutti i vari soggetti competenti sui temi della salvaguardia della risorsa idrica. Oggi siamo tutti qui con il comune obiettivo di lavorare insieme per attuare azioni concrete di prevenzione e valutazione dei fattori di rischio, ed abbiamo deciso, di comune accordo con tutti gli Enti coinvolti, di anticipare i tempi per trovarsi pronti ben prima delle scadenze imposte dalla normativa”. Soddisfazione per l’avvio di questo importante progetto è stata espressa anche da Ciro Pesacane, responsabile Acquedotti della Regione Campania:” Ringrazio GORI per il ruolo strategico e di coordinamento che ha assunto, e per il lavoro quotidiano che effettua, in particolare, sulle analisi delle acque con il proprio laboratorio, decisamente all’avanguardia”. Il laboratorio GORI, infatti, presso il quale dal 2009 sono analizzati circa 100 mila parametri l’anno, relativi alle acque distribuite nei comuni dell’ambito distrettuale Sarnese – Vesuviano, grazie alle importanti competenze scientifiche e ad una attrezzatura innovativa, ha ricevuto il prestigioso accreditamento da parte dell’Ente Nazionale ACCREDIA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: