Mar. Dic 10th, 2019

GORI, oggi si è discusso in Regione della situazione critica di Pomigliano

2 min read

M5S: INSUFFICIENTI INVESTIMENTI SULLA RETE IDRICA E TROPPI DISAGI PER I CITTADINI

Si è svolta oggi nella Commissione Trasparenza del Consiglio regionale della Campania l’audizione coi vertici Gori per trattare delle criticità relative alla gestione e alla manutenzione della rete idrica dell’ambito sarnese-vesuviano. La richiesta era pervenuta dai consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Pomigliano d’Arco, comune i cui cittadini sono costretti a subire grossi disagi derivanti dalla gestione della rete idrica. “Come Commissione Trasparenza abbiamo voluto dare voce alle tante segnalazioni dei cittadini che lamentano disservizi e carenze nella gestione del servizio idrico, dando continuità all’azione della Commissione su Gori iniziata oltre un anno fa. Il direttore generale e il direttore operativo intervenuti hanno rappresentato l’impegno della società nel risolvere le diverse problematiche, ammettendo però un fatto incontrovertibile: la Gori, che è gestore del servizio idrico da ben 15 anni, solo dal 2016 ha iniziato un piano di investimenti e interventi strutturali sulla rete idrica, finanziati tramite una quota della tariffa a carico dei cittadini. Ecco come si spiegano le condizioni disastrose della rete idrica, che ha in media 50 anni e non ha visto interventi significativi fino a poco fa. Le risposte ricevute dal direttore generale non ci hanno soddisfatto, poichè raccontano una realtà che non è quella che vivono i cittadini, costretti quotidianamente a fare i conti con perdite, scarsa pressione, interruzione del servizio e presenza di detriti nell’acqua”. Sono le parole di Valeria Ciarambino, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione Trasparenza. Alla Ciarambino fanno eco i consiglieri comunali di Pomigliano presenti oggi all’audizione Maria Busiello, Salvatore Cioffi, Dario De Falco e Salvatore Esposito: “Alle nostre denunce sulle problematiche del servizio idrico a Pomigliano, la Gori ha risposto che le segnalazioni ufficiali pervenute nel 2017 sono solo 60 sulla scarsa qualità dell’acqua e 400 sulla bassa pressione, senza fornire risposte adeguate, come se si trattasse di problematiche fisiologiche e statisticamente accettabili. Come consiglieri comunali di Pomigliano siamo certi che i cittadini colpiti da questi disagi siano molto più numerosi, se solo consideriamo le quotidiane segnalazioni che ci giungono, e per questa ragione lanceremo una campagna per chiedere a tutti i cittadini di inviare le loro segnalazioni e i loro reclami alla Gori, perchè la gravità dei problemi possa emergere nella sua reale entità. Abbiamo inoltre segnalato la mancanza di investimenti sulla rete fognaria di via Pratola Ponte e altre zone periferiche. Come risultato dell’audizione odierna, portiamo a casa la disponibilità dei dirigenti Gori a collaborare con noi consiglieri sulle tante problematiche evidenziate e a tenere un incontro a Pomigliano in cui rispondere direttamente alle istanze dei cittadini. Noi continueremo a vigilare perchè non restino solo promesse”. “Nelle prossime settimane terremo altre audizioni su Gori per approfondire i temi delle partite pregresse e dei debiti milionari che la società ha con la Regione Campania e dunque coi cittadini” – conclude la presidente della Commissione Trasparenza.(Fonte Dario De Falco)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: