Mar. Giu 25th, 2019

La verità sulla Casa Famiglia

2 min read

Durissima replica del sindaco Lello Russo che dalle pagine di Facebook risponde al consigliere del Movimento 5 Stelle, De Falco, sulla situazione “Casa Famiglia”.

I fatti.

Ieri pomeriggio alle 13:00 sul profilo Facebook di De Falco appare un post con riferimento al consiglio comunale del giorno precedente: “Sulla chiusura delle scuole per fittarle ad enti come la Gori e l’INPS abbiamo portato a casa un risultato importante: la scuola Falcone che inizialmente l’Amministrazione voleva destinare a sede dell’INPS sarà destinata a Casa famiglia per disabili o a Centro sociale per i bambini della zona. Una struttura pubblica di 2.000 mq della periferia non potrebbe trovare destinzione migliore. Quando l’opposizione è presente e denuncia le scelte assurde della maggioranza, quest’ultima poi, non sempre ma a volte, è costretta a tornare indietro e a prendere decisioni migliori. Chi la dura la vince, andiamo avanti con ottimismo!”.

Dopo 24 ore -e un articolo su Cronache di Napoli- dunque è arrivata la replica del sindaco, che non si è fatta attendere, rivendicando con forza la paternità di certe scelte: “La strumentalizzazione del consigliere 5stelle Dario De Falco sulla casa famiglia per i disabili indigna le coscienze delle persone sensibili e denota la capacità di strumentalizzare anche le situazioni più delicate”.

A sostegno del sindaco anche Mattia De Cicco, assessore alle politiche sociali e del lavoro, risponde su Facebook pubblicando una dichiarazione dopo un’ora: “L’articolo di stamane di cronache di Napoli dove viene riportata la dichiarazione del consigliere De Falco M5S è uno schiaffo al percorso che stiamo facendo (non solo) con le associazioni di categoria per trovare la migliore e più idonea collocazione per il progetto del “dopo di noi”.Su questi argomenti non si scherza, non si deve fare strumentalizzazione!”.

Da anni infatti le associazioni di categoria, insieme al sindaco, stanno affrontando il tema “Casa Famiglia” con la ricerca sul territorio appunto di un luogo dove ospitare persone con disabilità. E sembra che finalmente qualcosa si sia mosso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: