Mar. Ago 20th, 2019

Obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo

2 min read

Il 15 novembre è ormai arrivato e con lui l’obbligo di viaggiare con dotazioni invernali, vale a dire con catene da neve a bordo o gomme invernali montate (meglio se su tutte e 4 le ruote). Un obbligo che non riguarda l’intera rete stradale italiana, ma solo parte di essa. Nel caso in cui si dovesse venir pizzicati sprovvisti di catene o pneumatici si incorrerà in sanzioni: 41 per la circolazione in centri abitati e 84 al di fuori, fino a un massimo di 318 euro. Si rischia inoltre il fermo del veicolo e la decurtazione di 5 punti della patente. Per evitare spiacevoli inconvenienti ci sono elenchi di tutte le ordinanze sia sul sito dell’ANAS su www.pneumaticisottocontrollo.it, dove è presente una sezione specifica con tutte le ordinanze divise sia per province e comuni sia per regioni. Il sito è in costante aggiornamento e assieme alle nuove ordinanze sono online ancora quelle relative alla stagione 2016/2017.

Cosa dice la legge

Una volta studiata a memoria la lista di tutte le strade interessate, è bene ricordare cosa dice esattamente la legge: “Che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e su ghiaccio”. Secondo il legislatore quindi che si tratti di catene da neve, pneumatici invernali o M+S è praticamente la stessa cosa. All’atto pratico però non è così, sia per quanto riguarda i costi, sia per quanto riguarda le prestazioni.

Il piano antineve

Per la stagione 2017/2018 Società Autostrade metterà in campo 5.244 persone, alle quali si aggiungono 1.726 operatori messi a disposizione dalla Polizia Stradale. Sulla rete autostradale ci saranno 990 lame spazzaneve affiancati da 176 spargitori di sale e 217 mezzi combinati per lo spargimento di cloruri e sgombero neve.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: