I carabinieri della stazione forestale di Marigliano agli ordini del comandante M.llo Cavallo Alessandro, su segnalazione dei cittadini, insieme al personale dell’ASL NA3, dell’ARPAC e il “Nucleo Terra dei Fuochi” disposto dalla dott.ssa Carotenuto, si sono recati in un terreno di 35.000 mq sito nel territorio di Pomigliano d’Arco, zona delimitata dalla Via Rossellini, dalla Via Mercandante e dalla Via Vittorio De Sica, in località Masseria Chiavettieri.

Si è notato appena giunti sul posto che il terreno presentava dei rialzi anomali dal piano stradale, in alcuni casi di quasi tre metri e sullo stesso si notava la presenza di svariati rifiuti adagiati nonché miscelati al terreno di dubbia provenienza. Si è rilevava la presenza di rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione, pneumatici fuori uso, imballaggi in plastica, legno, ferro e acciaio, legno contenente sostanze pericolose.

L’intera area di 35000 è stata posta sotto sequestro penale per smaltimento illecito di rifiuti, discarica abusiva e combustione illecita di rifiuti. Sul posto è intervenuto anche il personale dell’Ufficio Tecnico e dell’Ufficio Ambiente del Comune di Pomigliano d’Arco.