“Non ci sono al momento ragioni per rinviare”, la conferma arriva dal ministro della Salute Roberto Speranza al termine del vertice convocato dal premier Giuseppe Conte con i capi delegazione della maggioranza. «Il decreto legge vigente prevede dal 3 giugno la ripresa degli spostamenti infraregionali e al momento non ci sono ragioni per rivedere la programmata riapertura degli spostamenti» sottolinea ribadendo però che da qui a martedì continuerà ad essere monitorato l’andamento della curva.

Boccia continuerà nelle prossime ore il confronto coi governatori su questo argomento.

L’ISS certifica che non c’è più alcuna situazione critica. In quasi tutte le regioni gli indici di contagio sono al di sotto di 1 e i nuovi casi in diminuzione