Questa mattina sulla pagina ufficiale del “Freqency”, stimato locale notturno di Pomigliano d’Arco e meta ambita di tanti giovani (e non) della provincia, è apparso un lungo post dove si mette al corrente clienti ed amici che tutti gli eventi di marzo sono annullati, dato che il locale resterà chiuso per un mese. Nessuno ha imposto la chiusura “ma è il senso di responsabilità” che la proprietà sente nei confronti di chi vive il Freqency visto anche il decreto firmato nella serata di ieri dal Presidente Conte per contenere l’epidemia del “coronavirus”.

Di seguito il messaggio: «Il Freqency, dopo aver analizzato il nuovo decreto firmato dal presidente del consiglio dei ministri Conte nella giornata di ieri, prende atto dell’impossibilita’ di continuare ad esercitare la sua regolare funzione di intrattenimento che ormai svolge da quasi 8 anni, e considerata la attuale situazione, non puo’ far altro che chiudere le sue saracinesche fino alla fine della validita’ del decreto che attualmente pare essere il 3 Aprile 2020.

Con nostro rammarico siamo costretti ad annullare tutti gli eventi di Marzo. Saremo sinceri: La decisione di chiudere proviene da un nostro profondo senso di responsabilita’ ed empatia con quello che sta succedendo in Italia. Nessuno ci dice di chiudere, ma noi, sappiamo bene che il freqency e’ un luogo che genera grandi assembramenti di persone, che e’ un luogo vissuto dai giovani che amano la socialita’, e non avrebbe nessun senso aprire il nostro luogo con un ordinanza che vieta alle persone di stare a meno di un metro di distanza. Accettiamo questo provvedimento e speriamo serva a contenere la diffusione del virus e ci auguriamo che, come noi responsabilmente scegliamo di chiudere, le istituzioni , responsabilmente, non ci lascino soli. Per la nostra attivita’ ( che e’ gia’ stagionale ) perdere il mese di Marzo e’ un grave danno economico che speriamo di riuscire ad affrontare.

Vogliamo ringraziare tutti voi che avete reso il Freqency quello che e’ oggi, un locale con una splendida partecipazione emotiva ed una meravigliosa atmosfera.

Ci rivediamo piu’ forti che mai ad Aprile!»