OLTRE 3 KM DI NUOVA CONDOTTA A SERVIZIO DEL TERRITORIO COMUNALE. LAVORI IN FASE DI COMPLETAMENTO ANCHE IN VIA MICCOLI E VIA CAIAZZO.

Più di 3 km di nuova rete idrica a servizio del territorio di Pomigliano d’Arco. È questo, il risultato di una serie di interventi portati avanti da GORI nell’ambito di un disegno tecnico finalizzato alla bonifica e al potenziamento dell’infrastruttura idrica. Via del Tintoretto, Via Iasevoli, Via Semmola e Via Mancino, ma anche via Sassari, via Leone, Via Aleramo, Via Paganini e Via Torino, sono state interessate dalla dismissione e dalla sostituzione delle vecchie condotte, così da risolvere in modo radicale le preesistenti criticità legate alle perdite diffuse. Inoltre, tutta la rete è stata oggetto di un raddoppio dei diametri di portata, con un notevole miglioramentodel servizio di distribuzione a tutte le utenze interessate. Infine, GORI ha proceduto al ripristino del manto stradale non solo sull’area di intervento ma sull’intera carreggiata, restituendo in tal modo ai cittadini una viabilità ottimale.

“Grazie a quest’intervento siamo riusciti a risolvere definitivamente una serie di problematiche che interessavano una vasta area – dichiara l’Amministratore Delegato di GORI, Giovanni Paolo Marati – I nostri sforzi non sono terminati: a breve, infatti, saranno ultimati tutti gli allacci anche alla nuova rete idrica in via Miccoli e via Caiazzo, con il conseguente rifacimento del manto stradale. È la concreta dimostrazione che solo attraverso la sinergia tra istituzioni è possibile operare strategicamente sui territori e risolvere i problemi”.  

“Siamo felici che GORI abbia compiuto degli interventi su alcune strade della nostra Città – sottolinea il Sindaco, Gianluca Del Mastro – È un primo risultato importante del contatto tra la nostra Amministrazione e la Società che vuole dimostrare di fare ogni sforzo per migliorare la situazione degli impianti nel nostro territorio. L’acqua è un bene prezioso e la sua fruizione non può risentire di rallentamenti e problemi continui. Siamo consapevoli che la strada da percorrere è ancora molta e che la Campania deve radicalmente rivedere le sue politiche di gestione della rete idrica, ma sicuramente la sostituzione delle condotte in alcuni punti nevralgici di Pomigliano rappresenta il segnale di uno sforzo concreto nella giusta direzione”.