Si è svolto ieri mattina, presso la sede del municipio di Saviano, l’incontro tra l’Amministratore Delegato di GORI, Giovanni Paolo Marati, il Vicepresidente, Luigi Mennella, e il Sindaco, Vincenzo Simonelli, per discutere sullo stato di avanzamento dei lavori alla rete idrica ed avviare una proficua collaborazione anche per le opere da realizzare in futuro. Prosegue, infatti, l’impegno di GORI per il potenziamento delle infrastrutture a servizio del territorio: via Miccoli, via Feudo, via Narni, via Degli Orti, via Caliendo, via Casa Allocca e via Scarlatti, sono le ultime strade interessate dalla sostituzione delle vecchie condotte idriche, con una prima parte di interventi che sarà completata a febbraio 2021, e una seconda parte che sarà completata ad aprile 2021. L’opera, che consta di 1 chilometro e mezzo di nuova rete idrica a servizio di circa 1000 utenze, consentirà di risolvere definitivamente i problemi di perdite diffuse, abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua; in tutte le zone oggetto di intervento, inoltre, GORI procederà al ripristino del manto stradale.

“Il nostro lavoro non si ferma qui – sottolinea l’Amministratore Delegato di GORI, Giovanni Paolo Marati – Oggi abbiamo avviato un tavolo tecnico permanente per supportare l’amministrazione comunale anche nella risoluzione della problematica degli allagamenti e nell’interlocuzione con gli enti preposti. Si tratta, infatti, di un aspetto che non è di nostra competenza, ma siamo disponibili a individuare, insieme agli enti comunali e sovracomunali, gli interventi necessari per una migliore gestione delle reti, spesso compromessa da una cattiva manutenzione dei corpi idrici superficiali”.

Durante l’incontro, infatti, GORI ha illustrato lo stato manutentivo della rete fognaria, evidenziando come la causa degli allagamenti sia da rinvenire nell’attuale consistenza degli alvei, e in particolare dell’Alveo Quindici, deputato allo smaltimento delle acque piovane dei comuni dell’Area Nolana. Dal 2019, inoltre, l’Azienda è al lavoro anche per ripristinare il corretto funzionamento dei collettori comprensoriali afferenti al depuratore di Marigliano, deputati allo smaltimento delle acque nere, ma divenuti nel tempo, spesso e in maniera impropria, unico recapito anche delle acque piovane dei territori serviti.

“Ringrazio GORI per l’incontro di ieri mattina – dichiara il Sindaco, Vincenzo Simonelli – È iniziato un nuovo rapporto, con la creazione di un tavolo tecnico teso a meglio approfondire le problematiche legate al territorio, fra cui quella atavica degli allagamenti. Solo con un lavoro sinergico fra i vari enti interessati, potremmo concretamente avviare a soluzione i problemi legati agli aspetti fognari. Un rapporto di collaborazione con Regione, comuni viciniori e GORI, è fondamentale e costituisce un primo punto di partenza. Continua così il lavoro d’impegno nell’interesse della comunità savianese”.