RETTIFICA. Una famiglia di nazionalità cinese che vive da anni a Marigliano, e che gestisce un negozio, è stata messa in isolamento a scopo precauzionale dal personale sanitario di ASL NAPOLI 3. Erano stati in Cina per festeggiare il capodanno restando poi bloccati lì quando è esplosa l’epidemia, ma non nella “zona rossa” di Wuhan, focolaio del coronavirus.

La piccola famiglia composta da madre e figlio adulto sostiene di aver fatto un periodo di quarantena in Francia. (E non come scritto in questo stesso articolo, poi rettificato, di essere giunta in Italia dalla Cina attraverso una serie di scali)

Non appena arrivati a Marigliano hanno rispettato le procedure, allertando i carabinieri.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: