Carmine, il papà di Serena, la giovanissima pomiglianese affetta da una malattia molto rara e che necessita di un trapianto di midollo, ha lanciato un appello postando a tal proposito un commento su pomiglianoLIVE (all’articolo che ho pubblicato ieri in pagina), e che di seguito riporto:

“Sono il papà di Serena e voglio ringraziare tutti quelli che con grande generosità si stanno prodigando nell’aiutarci e quelli che sicuramente lo faranno una volta letto questo appello … mi chiedo e vi chiedo come si può massimizzare fattivamente questo sforzo … in pratica le persone che dovessero decidere di iscriversi al registro dei donatori dovrebbero essere guidate, per esempio organizzare una mattinata con l’ADMO che è una delle associazioni che si interessa di questa tematica, semmai organizzarsi con dei gazebo dove fare in loco i tamponi salivari dei generosi volontari … c’è chi può darmi una mano in tal senso? Purtroppo sono a Roma accanto a Serena e ho difficoltà organizzative”

Il messaggio ha ricevuto l’attenzione di Sant’Anastasia e Pomigliano d’Arco che hanno organizzato rispettivamente due giornate con ADMO Campania

(il videomessaggio dell’assessore alle politiche sociali del comune di Pomigliano d’Arco Mattia De Cicco)

ADMO Campania infatti sarà presente ad effettuare i prelievi di saliva per l’iscrizione al registro “donatori midollo osseo” a:

Sant’Anastasia presso la sede di AVIS in via Pomigliano n°38

  • sabato 25 gennaio 2020 dalle ore 9:00 alle ore 18:00
  • domenica 26 gennaio dalle ore 9:00 alle ore 12:00

 

a Pomigliano d’Arco con un gazebo presso Piazza Giovanni Leone

  • venerdì 14 febbraio (orario da definire) 
  • sabato 15 febbraio (orario da definire) 

Chi vuole può fare anche la donazione del sangue. 

 

SI RACCOMANDA LA MASSIMA CONDIVISIONE E DIFFUSIONE DELLA NOTIZIA