L’Azienda regionale per la protezione ambientale della Campania, rende noto che «nell’area interessata dall’incendio che si è sviluppato presso la ditta di recupero rifiuti Di Gennaro di Caivano, intorno alle 13 di ieri, i dati elaborati finora non mostrano superamenti dei valori limite per le concentrazioni di inquinanti atmosferici».

«Le centraline di monitoraggio ubicate nell’area di interesse – si evidenzia ancora – non hanno rilevato valori critici dei parametri monitorati. I valori di ossidi di azoto e benzene rilevati nelle prime ore del 26 luglio mostrano concentrazioni lievemente maggiori, sebbene ampiamente entro i valori di soglia normativi, per condizioni meteo-ambientali favorevoli all’accumulo degli inquinanti».

Tutte le informazioni sono presenti in un report pubblicato sul sito Arpac. Oggi inoltre è stato installato anche un laboratorio mobile di monitoraggio della qualità dell’aria in località Pascarola di Caivano. I dati saranno diffusi nelle prossime ore.

Previous post ROTTURA CONDOTTA REGIONALE, ALLUNGATI TEMPI DI RIPRISTINO
Next post TRAGEDIA SULLA NOLA VILLA LITERNO, IL CONDUCENTE VIAGGIAVA A 130KM/H MESSAGGIANDO SU WHATSAPP
Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: