Di seguito la relazione di ARPAC a seguito dell’incendio sviluppatosi a partire dalle ore 14.30 del 1 luglio 2018 presso la ditta Ambiente S.p.A. in via Ponte delle Tavole, 31 in San Vitaliano.

ARPAC ha predisposto un sopralluogo con personale in reperibilità del Dipartimento di Napoli, congiuntamente a rappresentanti di: Ministero dell’Ambiente, Carabinieri di Castello di Cisterna, VV. FF. Nucleo NCBR di Caserta, Carabinieri NOE di Napoli, Comune di S. Vitaliano, ASL Napoli 3 UOPC di Nola, Ditta Ambiente S.p.A. I dati acquisiti dalle centraline di qualità dell’aria stamattina mostrano l’assenza di concentrazioni anomale nell’area in esame. I valori misurati durante l’incendio dalla rete regionale di stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria pur tutti entro i limiti di legge mostrano talora limitati incrementi delle concentrazioni di inquinanti.

In un caso particolare la presenza di fumo e domanda di ossigeno della combustione hanno causato una marcata diminuzione delle concentrazioni di ozono solo presso S. Vitaliano alle ore 15:00.
La dispersione prevalente del fumo dell’incendio e quindi anche degli inquinanti prodotti è avvenuta verso l’alto e successivamente in direzione Est durante le ore diurne del 1° luglio.

Dalla serata e nelle ore notturne del giorno successivo si è verificato un fenomeno di accumulo delle sostanze inquinanti a quote più basse, con conseguente incremento delle concentrazioni misurate dalla strumentazione al suolo pur senza il superamento dei limiti normativi.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: